LA CLASSE RAGGIUNTA: GIUGNO 2019

16 Dicembre 2019
Image

Le scuole Colombo, Santa Barbara, Pellico e Fusinato hanno concluso il primo anno scolastico di progetto, mentre  le scuole Filzi, Querini, Povoledo e Calamandrei hanno invece concluso il terzo ed ultimo anno di progetto, dimostrando tutte impegno ed interesse per rendere più sicuri e sostenibili i percorsi casa-scuola.

La consegna dell'attestato di certificazione della mobilità sostenibile è avvenuto durante in ciascuna scuola durante un breve momento di condivisione del percorso svolto, alla presenza dei genitori che si sono resi disponibili a partecipare nel corso della mattinata. In taluni casi, l'evento, come nel caso della scuola Secondaria di 1° grado P. Calamandrei di Chirignago, è avvenuto in concomitanza della festa di fine anno della scuola.

La valutazione della classe raggiunta si fonda sui parametri di: qualità degli ingressi scolastici, sicurezza dei percorsi, sostenibilità dei mezzi impiegati per raggiungere la scuola e partecipazione alle attività di progetto.

Ciascuna scuola viene valutata rispetto alla propria situazione di partenza, pertanto ogni scuola può raggiungere la classe A, sulla base dei propri miglioramenti rispetto all'inizio del progetto.

Ecco dunque come si sono classificate le scuole che hanno concluso il 3° anno di progetto:

  • Scuola Querini: classe A
  • Scuola Calamandrei: classe B
  • Scuola Povoledo: classe B
  • Scuola Filzi: classe B

... e queste sono le scuole che hanno ancora due anni di percorso partecipato da compiere:

  • Scuola Pellico: classe B
  • Scuola Colombo: classe C
  • Scuola Santa Barbara: classe C
  • Scuola Fusinato: classe D

Migliorare i contesti scolastici affinchè siano più sicuri e sostenibili è un nostro obiettivo. Riconoscendo che avviare un cambiamento di abitudini di mobilità è spesso faticoso, perchè necessita di scelte personali che incidono sugli stili di vita, è importante che ogni anno si ribadisca l'invito al cambiamento, mettendo in atto attività, azioni e interventi che possano spingerci a provare. Il cambiamento non si attua da un anno all'altro, ma richiede costanza e partecipazione.

Tutti i giorni scegliamo come spostarci per raggiungere la nostra destinazione quotidiana. Per questo ci auguriamo e ci impegneremo affinchè diventi più sostenibile, per l'ambiente in cui viviamo e per la nostra salute!